Login Pop-up

Data
Notti
Camere

BestRate

Giovedì, Ottobre 02, 2014
Sort By: Direction:
  • Cesare Cremonini

    Cesare Cremonini

    Approda anche a Napoli il “Cesare Cremonini Tour 2012“, una serie di concerti del cantautore italiano che in 11 tappe toccherà i principali capoluoghi nazionali. Si parte a Torino il 26 ottobre, passando da Milano per proseguire verso sud fino al 15 novembre 2012, con l’ultimo appuntamento che si terrà proprio al Palapartenope alle 21:00


    La performance di Cremonini includerà anche brani tratti dal suo ultimo album “La teoria dei colori“, uscito il 22 maggio, come il primo singolo estratto “Il comico (sai che risate)”. Passando dalle note più lente e dolci delle ballate (“Amor Mio”) ai ritmi coinvolgenti degni di un tormentone estivo (“Stupido a chi”), Cremonini ripercorre tutte le tappe dell’amore, puntando sul tema più classico della canzone italiana per rinnovare con maturità ed efficacia il suo repertorio, ad ormai dieci anni di distanza dallo scioglimento del gruppo dei Lunapop.

    Per i fan e gli amanti della musica sono già disponibili online i biglietti in prevendita a partire da 34,50 euro.

     

  • Il teatro Sannazzaro

    Il teatro Sannazzaro

    Il teatro Sannazaro si trova in Via Chiaia, una delle strade più eleganti di Napoli. Fu costruito nella seconda metà dell’800 su di un terreno ...

  • Le jardin: un giardino segreto a Castel Sant Elmo

    Le jardin: un giardino segreto a Castel Sant Elmo

    Un gruppo internazionale di architetti, curatori, designers e artigiani ha ideato nel 2013 Le Jardin, un progetto di arte e architettura che, una volta realizzato ha consentito di raggiungere un giardino segreto sulla sommità di Castel Sant Elmo. La costruzione di una scala ha permesso infatti di arrivare alla sommità della rovina, fino ad oggi inaccessibile, consentendo così la riattivazione di uno spazio inutilizzato e abbandonato forse da secoli e permettendo l’accesso alle terrazze panoramiche che sorgono in cima alla struttura, finora regno incontrastato di una vegetazione spontanea.


    Le mura che cingono Castel Sant’Elmo terminano in un antico corpo di guardia attualmente in rovina e abbandonato da anni. Sulla sommità dell’edificio esisteva questo “giardino” abbandonato che adesso, grazie al progetto Le Jardin, è stato recuperato, restituendo alla città un luogo panoramico unico. La scala in legno, progettata e realizzata con il progetto, consente infatti di superare poco più di 5 metri di altezza e raggiungere il varco nel tufo che conduce al giardino.

     

     

    Ma il progetto Le Jardin non ci restituisce solo questo. Giorno dopo giorno è stato recuperato quel giardino spontaneo nascosto da decenni lasciando emergere un’architettura fino ad allora divorata dalla vegetazione. Così lo spazio del giardino ha (ri)preso vita grazie alle mani e alle idee delle persone che ci hanno lavorato e restituito un posto splendido e segreto della nostra città.

    Il progetto Le Jardin è risultato vincitore della terza edizione del concorso “Un’Opera per il Castello”  ed ha restituito a Napoli l’antico avamposto del Complesso Monumentale di Castel Sant’Elmo a Napoli. Il gruppo di giovani che ha lavorato sul progetto è composto da italiani, francesi e da uno scozzese ed ha svolto un lavoro eccezionale restituendo alla città un pezzo della sua storia.

    Le visite al giardino 

    Il giardino sarà visitabile dal pubblico Sabato 27 Settembre, ore 12.00-18.00 e nei giorni e nei giorni 4 e 11 Ottobre 2014. Sono previsti anche altri incontri e workshop e per tutti gli eventi è necessaria l’iscrizione. Maggiori informazioni  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o sul sito del progetto.

  • Il Maschio Angioino

    Il Maschio Angioino

    Il nome di “Maschio Angioino” deriva da “mastio” (torre principale) fatto costruire nel 1300 dagli Angioini: viene anche chiamato ...

  • Notte Bianca al Vomero Napoli 2014

    Notte Bianca al Vomero Napoli 2014

    Si replica anche quest’anno, dopo il successo dello scorso anno che ha visto la partecipazione di oltre cinquecentomila persone, la Notte Bianca al Vomero. Si svolgerà Sabato 11 ottobre 2014, dalle 18 del pomeriggio alle 3 di notte e si chiamerà Vomero Notte 3.0. Promessi molti miglioramenti soprattutto per la sicurezza e la gestione degli spazi. La manifestazione sarà sempre organizzata dal presidente della V Municipalità Mario Coppeto assieme al Comune di Napoli, e saranno coinvolte anche stavolta varie  associazioni e consorzi del settore commerciale presenti sul territorio del quartiere Vomero-Arenella. Si spera così di offrire un servizio ai cittadini ma anche un’occasione ai tanti commercianti in difficoltà.

  • Il Castel Sant'Elmo

    Il Castel Sant'Elmo

    Occupa la sommità della collina del Vomero, la più alta della città. Fu fatto erigere con il nome di BELFORTE nel 1300 dagli Angioini.

  • Napoli Bike Festival 2014

    Napoli Bike Festival 2014

    Napoli Bike Festival dal 12 al 14 settembre 2014 Eventi a Napoli

    Napoli oasi delle biciclette per il terzo anno consecutivo. Crescono ogni anno i cittadini che scelgono le due ruote come espressione culturale. Un ideale non soltanto ecologico o sportivo, quanto indice di una volontà di condividere il territorio. Scoprendolo in silenzio, in compagnia, con lentezza per poi accelerare, quando serve. Di questi elementi si compone la terza edizione del Napoli Bike Festival, dal 12 al 14 Settembre nel parco urbano della Mostra d’Oltremare su di una superficie di oltre 60 ettari. Il festival promosso dall'Associazione Napoli Pedala, patrocinato dal Comune di Napoli e dalla Regione Campania, è coprodotto con la Mostra d'Oltremare ed è parte del circuito VeloLove. Un anno fa ha registrato la presenza di circa 10000 visitatori, facendo leva sulla promozione della bicicletta per educare a una mobilità alternativa.

  • Il Castel Capuano

    Il Castel Capuano

    Comunemente conosciuto come “Vicaria”, Palazzo del Tribunale (attualmente ne ospita qualche ufficio mentre la sede principale ...

  • Festeggiamenti San Gennaro 2014

    Festeggiamenti San Gennaro 2014

    Manca poco ormai alle celebrazioni del Santo Patrono di Napoli, in attesa dell’ufficiale presentazione del programma delle iniziative legate alla festa del Santo.

    Si ritiene che una pia donna avesse raccolto in due ampolle il sangue di San Gennaro per consegnare poi la preziosa reliquia al vescovo di Napoli.

    Il sangue contenuto nelle ampolle di vetro di foggia antica è ancora oggi oggetto di profonda venerazione con le altre reliquie conservate nel Duomo di Napoli.

    I grumi rappresi scuri e solidi spontaneamente si sciolgono. Il sangue ribolle ed assume il colore rosso vivo.

  • Il Castel dell'Ovo

    Il Castel dell'Ovo

    Il suo nome deriva da una antica leggenda secondo la quale Virgilio(considerato un mago nel medioevo) vi avrebbe nascosto un uovo ...

  • Coppa Primavela Napoli 2014

    Coppa Primavela Napoli 2014

    Napoli - Coppa Primavela

    Si svolgeranno a Napoli da 31 agosto al 2 settembre, su delega della Federazione Italiana Vela, la 29ma edizione della Coppa Primavela, la Coppa del Presidente e la Coppa Cadetti, appuntamento velico per le classi: Optimist - Techno 293 – L’Equipe U12.

    La manifestazione è organizzata dal Comitato Promotore Grande Vela e con la collaborazione del Comitato V Zona (Campania).

    Le regate si svolgeranno presso la Lega Navale Italiana Sezione di Napoli – Porticciolo del Molosiglio, dove saranno ospitate le imbarcazioni, per le auto e i carrelli saranno pubblicate le indicazioni sul sito web federale e sul sito della V zona.

    Da lunedì 14 Luglio il Comitato Grande Vela ha attivato, presso la sede della Lega Navale Italiana di Napoli al Molosiglio, la Segreteria Regate degli eventi giovanili che dal 30 agosto al 7 settembre si terranno nel Campo di Regata di Napoli

  • San Francesco di Paola

    San Francesco di Paola

    La chiesa venne eretta nel 1816 per volere di re Ferdinando IV al suo ri­torno, dopo il decennio di governo Francese a Napoli.

  • Le Vele D'epoca a Napoli

    Le Vele D'epoca a Napoli

    Dal 2 al 6 Luglio a Napoli

    Il Reale Yacht Club Canottieri Savoia, nell’anno del suo 120° anniversario, raduna a Napoli la decima edizione dell’evento “Le Vele d’Epoca a Napoli” radunando le più belle imbarcazioni d'altri tempi nella magica atmosfera dedicata a partecipanti ed ospiti.

    La manifestazione rientra per la prima volta nel Circuito del Mediterraneo PANERAI Classic Yachts Challenge.

  • Santa Brigida

    Santa Brigida

    La chiesa venne fondata come piccolo ­oratorio nel 1609 sul luogo dove, secondo una leggenda popolare, Santa Brigida era solita pregare ai tempi della visita a Napoli della Regina Giovanna I.

  • LE HO MAI RACCONTATO DEL VENTO DEL NORD – Napoli Teatro Festival

    LE HO MAI RACCONTATO DEL VENTO DEL NORD – Napoli Teatro Festival

    LE HO MAI RACCONTATO DEL VENTO DEL NORD – Napoli Teatro Festival

    "Una mail all’indirizzo sbagliato e tra due perfetti sconosciuti scatta la scintilla. Come in una favola moderna, dopo aver superato l’imbarazzo iniziale, tra Emmi Rothner – sposa e madre irreprensibile dei due figli – e Leo Leike – psicolinguista reduce dall’ennesimo fallimento sentimentale – si instaura un’amicizia giocosa, segnata dalla complicità e da stoccate di ironia reciproca, e destinata ben presto a evolvere in un sentimento ben più potente, che rischia di travolgere entrambi."

     

  • Santa Maria la Nova

    Santa Maria la Nova

    Quando nel 1300 Carlo d'Angiò, decisa la costruzione del Maschio Angioino (Castel Nuovo), concesse ai frati francescani, che avevano ...

  • METTERSI NEI PANNI DEGLI ALTRI E VESTIRE GLI IGNUDI – Napoli Teatro Festival

    METTERSI NEI PANNI DEGLI ALTRI E VESTIRE GLI IGNUDI – Napoli Teatro Festival

    METTERSI NEI PANNI DEGLI ALTRI E VESTIRE GLI IGNUDI – Napoli Teatro Festival

    "Che senso ha se solo tu ti salvi è il terzo momento di un processo creativo che Davide Iodice dedica alla crisi della società contemporanea: nelle due tappe precedenti aveva affrontato il sogno e l’eredità generazionale. Ispirato alle Sette opere di Misericordia di Caravaggio, il lavoro ha come tema il concetto di compassione, nel senso etimologico di empatia, di relazione vitale. Anche qui la ricerca unisce indagine antropologica ed espressiva, attraverso un processo di laboratori e residenze creative con attori e non-attori."

     

  • Chiesa del Gesù Nuovo

    Chiesa del Gesù Nuovo

    E’ il capolavoro dell’arte barocca in Napoli. Fu costruita nel XVI secolo dai gesuiti sul luogo del rinascimentale Palazzo Sanseverino, di cui conserva ...

  • FINALE DI PARTITA – Napoli Teatro Festival

    FINALE DI PARTITA – Napoli Teatro Festival

    FINALE DI PARTITA – Napoli Teatro Festival

    regista «Quando, nel 1998 misi in scena Aspettando Godot, il ricco bagaglio intellettuale con cui affrontai lo spettacolo, mi impedì di accostarmi con un approccio naif al lato straordinario che c’è in Beckett. Non credo che esista un teatro meno letterario e più legato al presente, all’istante esatto in cui si produce, di quello di Samuel Beckett. In un tardo pomeriggio parigino sentii dire dalla sua bocca che il grande peccato dell’uomo è prendersi troppo sul serio. Sono convinto che il popolo napoletano, con i suoi attori e spettatori, praticano nella loro vita quotidiana, quella distanza che dà senso dell’umorismo e ironia all’esistenza. Mi rende molto felice introdurre questi elementi napoletani in Finale di partita. Sono certo che il grande scrittore-filosofo dallo sguardo rapace sarebbe felice di questo incontro. Così come lo sono io!».

     

  • San Lorenzo Maggiore

    San Lorenzo Maggiore

    La chiesa fu edificata nel secolo XIII sul luogo di una basilica paleocristiana del VI secolo in forme gotiche,che conserva ancore al suo interno, mentre la facciata è un rifacimento del XVII secolo .

  • CAFFÈ NÉMIROVSKY – Napoli Teatro Festival

    CAFFÈ NÉMIROVSKY – Napoli Teatro Festival

    CAFFÈ NÉMIROVSKY – Napoli Teatro Festival

    "Riscoperta grazie al romanzo inedito Suite francese, pubblicato nel 2004, Irène Némirovsky è oggi considerata una delle grandi interpreti della letteratura del Novecento. La sua stessa vita sembra un romanzo: nata a Kiev nel 1903, si rifugiò in Francia dopo la Rivoluzione d’ottobre, abbandonò la religione ebraica per convertirsi al cattolicesimo, ma fu egualmente deportata ad Auschwitz dove morì nel 1942. La Némirovsky è autrice di numerosi racconti e romanzi brevi, piccoli gioielli che rivelano una scrittura particolarmente originale, capace di audaci contaminazioni tra il diario, il cinema, il teatro."

     

  • San Domenico Maggiore

    San Domenico Maggiore

    Principale chiesa dei dominicani, fu ricostruita sotto il regno di Carlo II d'Angiò in stile gotico (1283-1324), ingloban­do la ...

  • IL GIARDINO DEI CILIEGI - Teatro Festival di Napoli

    IL GIARDINO DEI CILIEGI - Teatro Festival di Napoli

    IL GIARDINO DEI CILIEGI - Teatro Festival di Napoli

    Luca De Fusco porta in scena Il giardino dei ciliegi attraverso un approccio mediterraneo al grande repertorio russo: «Sia la società russa – afferma – che quella meridionale hanno avuto grandi difficoltà ad entrare nella logica della rivoluzione industriale e la trama stessa del Giardino riflette questo fenomeno». Infatti, protagonista del dramma è l’aristocratica Ljubov’ che, dopo aver sperperato il patrimonio, è costretta a mettere all’asta la proprietà con il suo bellissimo giardino: ad acquistarla sarà Lopachin, ricco commerciante figlio di un vecchio servo della tenuta.

     

  • Santa Chiara

    Santa Chiara

    Fu costruita fra il 1310 ed il 1328, per volere di Rober­to d'Angiò e della moglie Sancia, in stile gotico-provenzale .

  • MURA - Teatro Festival di Napoli

    MURA - Teatro Festival di Napoli

    MURA - Teatro Festival di Napoli

    «C’è un muro – afferma il regista – dietro il quale c’è una superficie su cui si proiettano ombre. Al di là del muro le ombre concretizzano forme: mani, scarpe, cappelli, scale, bottiglie, cannocchiali, bastoni, ombrelli… Il muro, man mano, viene smantellato per evocare tutti quei numerosi chilometri che ancora oggi sono indice di separazione. Ogni tentativo di comunicare resta bloccato da quella barriera; non necessariamente concreta e reale come un muro ma eretto con lo stesso miscuglio di odio, paura e mancanza di immaginazione».

  • Il Duomo

    Il Duomo

    La sua costruzione inizio nel 1294 per volontà del re Carlo II d'Angiò sul posto di preesistenti edifici religiosi, alcuni dei quali ...

  • "PER OGGI NON SI CADE" – Teatro Festival Napoli

    "PER OGGI NON SI CADE" – Teatro Festival Napoli

    "Cosa succederebbe se, a causa di un esperimento divino o di un insolito fenomeno naturale, Napoli rimanesse per un giorno senza forza di gravità? È ciò che racconta, con la sua proverbiale e caustica ironia, Manlio Santanelli in Per oggi non si cade, un testo concepito come un torrenziale avvicendarsi di episodi ambientato in una Napoli in cui volteggiano a mezz’aria sacchetti pieni di immondizia, palloni, gusci di cozze"

  • Procida

    Procida

    L'Isola di Procida geologicamente è formata dai resti di quattro vulcani che sono la continuazione di quelli flegrei. Ha coste molto frastagliate ...

  • "IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ" - Napoli Teatro Festival

    "IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ" - Napoli Teatro Festival

    «Si chiamava Campoluongo. Venivano da lui a chiedere pareri su come si dovevano comporre le vertenze nel quartiere Sanità, e lui andava. Questi Campoluongo non facevano la camorra, vivevano del loro mestiere, erano mobilieri». Con queste parole Eduardo De Filippo spiega come è nato il protagonista de Il sindaco del Rione Sanità, una commedia che intendeva «dare una precisa indicazione alla giustizia».

  • Ischia

    Ischia

    Ischia è la più grande delle isole del golfo di Napoli, come Procida e la vicina Vivara, ha origini vulcaniche . E' conosciuta come "l'isola verde" grazie alla sua ...

  • "Reshimo" Napoli Teatro Festival

    "Reshimo" Napoli Teatro Festival

    Museo Nazionale Ferroviario di Napoli “Pietrarsa” – ARENA

    Date
    05/06/2014 ore 22:30
    06/06/2014 ore 21:30
    07/06/2014 ore 21:30

    La Vertigo Dance Company torna al Napoli Teatro Festival Italia inaugurando la settima edizione nell’Arena di Pietrarsa. Dopo il grande successo di Null e Birth of the Phoenix presentati nel 2012 e Vertigo 20 nel 2013, quest’anno la compagnia israeliana propone Reshimo.

    In bilico tra movimento sensuale e tribale, questa nuova coreografia di Noa Wertheim indaga la dicotomia tra infinito e finito attraverso i passi di otto danzatori. Esplorando le tracce di un universo primitivo e traendo ispirazione dalla Cabbala, viene evocata la passione verso tutto ciò che è contenuto nel tempo e nello spazio. Attraverso il ritmo e il gioco, si crea uno spazio senza schemi, un campo magnetico che ospita la ricerca di emozione, conoscenza e creazione. Nella coreografia – che come sempre si sviluppa sulle note dello storico compositore della compagnia, Ran Bagno – si riconoscono i segni identificativi della Vertigo: sensualità, energia e precisione.

  • Capri

    Capri

    Formata da due altopiani (Capri ed Anacapri) che le danno un profilo inconfondibile. L’isola sorge da un mare profondo, con coste spesso dirupate, incise da ...

  • Napoli Teatro Festival

    Napoli Teatro Festival

    Dal 6 al 22 giugno 2014 ritorna in città il Napoli Teatro Festival Italia, diventato oramai una realtà consolidata nel panorama teatrale italiano. La rassegna si svolgerà in teatri e in vari luoghi inusuali della città come ad esempio presso lo splendido Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa.

    In programma tanti spettacoli internazionali anche di danza contemporanea di nuova drammaturgia e grandi classici.  Si può senza dubbio affermare che, nel tempo, la rassegna partenopea si è ormai affermata come la principale rassegna teatrale nazionale, il più grande Festival che abbia il teatro di prosa e la danza come suo unico specifico.

    Con questa premessa anche quest’anno al Napoli Teatro Festival Italia ci saranno importanti registi teatrali “specializzati” in repertorio classico, veri e propri Maestri, quali  Lluis Pasqual, Andrei Konchalovsky, Maurizio Scaparro ed anche registi di livello internazionale, ma dal “taglio meno classico” come Alvis Hermanis o Rimas Tuminas.  Naturalmente saranno presenti anche grandi artisti di teatro sperimentale tra i quali Riccardo Caporossi, Enzo Moscato o Davide Iodice ed anche tanti giovani promesse.

  • Villa dei Papiri (Ercolano)

    Villa dei Papiri (Ercolano)

    La più famosa delle lussuose ville di Ercolano è la” Villa dei papiri” che discende verso il mare con quattro piani di terrazze.

  • Napoli Film Festival

    Napoli Film Festival

    Napoli Film Festival

    Dal 29 Settembre al 5 Ottobre 2014

    Tempo di preparativi per la XVI edizione del Napoli Film Festival che si svolgerà nel mese di ottobre. La rassegna napoletana diretta da Davide Azzolini e Mario Violini punterà ancora una volta sui percorsi amati dal pubblico napoletano, con le serate in compagnia dei protagonisti del panorama cinematografico contemporaneo, le retrospettive che faranno riscoprire agli appassionati i maestri del passato sul grande schermo e i concorsi riservati ai giovani e ai cineasti europei e del Mediterraneo.

  • Ercolano

    Ercolano

    Ercolano era una antica citta romana, situata nel terrirorio dell’attuale comune di Ercolano a circa 4 chilometri da Napoli.

  • Festival del Bacio: cuore di Napoli 2014

    Festival del Bacio: cuore di Napoli 2014

    Dal 14 al 21 Marzo 2014

    Giunto alla sua terza edizione, il Festival del Bacio arriva a Napoli. Il concept alla base della manifestazione di quest’anno, sarà appunto “#cuoredinapoli”: un hashtag instantaneo, un messaggio semplice quanto efficace che convoglierà  l’intera città sotto un unico segno.

  • Pompei

    Pompei

    Pompei fu distrutta e seppellita completamente da una catastrofica eruzione del Vesuvio il 24 agosto del 79 d. C. Il vulcano ricopri Pompei sotto una ...

  • Antonio e Cleopatra al Teatro Mercadante

    Antonio e Cleopatra al Teatro Mercadante

    26 Marzo 2014 // 6 Aprile 2014

    Antonio e Cleopatra di William Shakespeare, adattamento e regia Luca De Fusco

    Luca De Fusco firma la regia di Antonio e Cleopatra e così ne parla in una sua nota: «Antonio e Cleopatra viene associato al monumentalismo e all’esotico, quasi fosse una sorta di Aida della prosa. Noi stiamo invece preparando uno spettacolo asciutto ed essenziale, tutto imperniato sulla valorizzazione della parola, nella nuova traduzione di Gianni Garrera, e sul rapporto con la musica, rinnovando la struttura di Antigone, già basata sul talento multiforme del musicista israeliano Ran Bagno e su una spiccata attitudine dei miei attori( ai quali si aggiunge la prestigiosa new entry di Luca Lazzareschi) di recitare assieme alla musica.

  • La Cappella del tesoro di San Gennaro

    La Cappella del tesoro di San Gennaro

    La Cappella dove è stipato il tesoro del santo resta tra le meraviglie architettoniche ma soprattutto ebanistiche e d’oreficeria della tradizione napoletana.

  • La coscienza di Zeno al Teatro Mercadante

    La coscienza di Zeno al Teatro Mercadante

    18 Marzo 2014 // 23 Marzo 2014

    La coscienza di Zeno di Tullio Kezich dal romanzo di Italo Svevo, regia Maurizio Scaparro

    Dopo l’applauditissimo debutto nazionale al Teatro Carcano di Milano e una tournée che ha toccato le principali piazze italiane arriva a Napoli La coscienza di Zeno, protagonista Giuseppe Pambieri, attore tra i più versatili del nostro teatro, che tratteggia il suo personaggio con tocchi insieme ironici e meditativi. La regia, nitida e elegante, è firmata da uno dei maestri del teatro italiano e internazionale, Maurizio Scaparro, che vince in scioltezza la non facile scommessa di portare sulla scena il capolavoro sveviano, non catalogabile come romanzo d’azione o d’intreccio, bensì libro d’iniziazione e introspezione.

  • Decumano Superiore - Via Anticaglia

    Decumano Superiore - Via Anticaglia

    Da Vico San Gaudioso passando per Largo SS Apostoli fino a Piazza Sant'Anna a Capuana, il decumano superiore è parte integrante della città Greco-romana.

  • FRANCO BATTIATO al Teatro Augusteo

    FRANCO BATTIATO al Teatro Augusteo

    FRANCO BATTIATO 25 novembre

    'Diwan, l'essenza del reale' 

    Franco Battiato 

    Diwan è un progetto musicale per ricordare una cultura dimenticata e una lingua che nella sua diversità appartiene al nostro patrimonio. Fu attorno all’anno Mille che in Sicilia fiorì nell’arco di tre secoli un’importante scuola poetica araba le cui ricche testimonianze sopravvivono in preziosi manoscritti. Franco Battiato ripropone queste preziose opere, con un ensemble multietnico d’eccezione, un evento musicale che è molto più di un semplice concerto. Canzoni scritte per questa occasione, brani tradizionali oltre che nuove  interpretazioni di alcuni suoi brani.

  • Decumano Maggiore - Via dei Tribunali

    Decumano Maggiore - Via dei Tribunali

    L'attributo di "maggiore" indica la sua rilevanza all'interno dell'antico organismo urbano, vera e propria spina dorsale della città, simboleggiata anche dalla presenza dell'antico ...

  • Biagio Izzo in "ESSEOESSE" al Teatro Augusteo

    Biagio Izzo in "ESSEOESSE" al Teatro Augusteo

    Biagio Izzo in "ESSEOESSE"

    DAL 25 OTTOBRE.

    Il primo spettacolo del cartellone è una novità, Biagio Izzo in “ESSEOESSE”, con Francesco Procopio, scritta da Bruno Tabacchini e Biagio Izzo. Ci racconta le vicissitudini di un turista partito da Sharm El Sheikh per una escursione alle Piramidi su un piccolo aereo che sorvola il Sahara. Un’avaria costringe ad un atterraggio di fortuna, e i berberi sopraggiunti per salvare i passeggeri  non si accorgono che nel bagno, stordito, è rimasto un uomo.

  • Decumano Inferiore - Spaccanapoli

    Decumano Inferiore - Spaccanapoli

    E' la zona compresa tra Piazza San Domenico Maggiore e la chiesa diSanta Chiara in piazza del Gesù Nuovo che in epoca Greca costituiva una zona extraurbana, ovvero al di ...

  • Enrico Montesano in "C'E' QUALCHE COSA IN TE" al Teatro Augusteo

    Enrico Montesano in "C'E' QUALCHE COSA IN TE" al Teatro Augusteo

    Enrico Montesano in "C'E' QUALCHE COSA IN TE"

    DALL'8 AL 17 NOVEMBRE

    Lo show  ”C’E’ QUALCHE COSA IN TE” di Enrico Montesano presenta già nel titolo il suo programma: scegliendo fior da fiore i pezzi più avvincenti dei tanti che l’attore ha interpretato nei famosissimi spettacoli di Garinei & Giovannini, quei titoli restati nel cuore di tutti gli spettatori. “RUGANTINO” , “BRAVO”, “SE IL TEMPO FOSSE UN GAMBERO”,  “CERCASI TENORE”, “BEATI VOI!”, “E MENO MALE CHE C’E’ MARIA!” , “MALGRADO TUTTO BEATI VOI !”. Come dimenticare quanto ci siamo divertiti, quanto abbiamo applaudito quelle canzoni, quelle scenette, quelle battute formidabili? Quello di Enrico Montesano è uno degli spettacoli di punta di questo cartellone, che garantisce tenerezza e allegria.

  • Stazione Materdei

    Stazione Materdei

    La stazione di Materdei è stata aperta il 5 luglio 2003, disegnata dall'Atelier Mendini come quella di Salvator Rosa, questa stazione è un trionfo di colori e di temi ...

  • Mariangela D'Abbraccio e Francesco Paolantoni in "EDUARDO AL KURSAAL"al Teatro Augusteo

    Mariangela D'Abbraccio e Francesco Paolantoni in "EDUARDO AL KURSAAL"al Teatro Augusteo

    Mariangela D'Abbraccio e Francesco Paolantoni in "EDUARDO AL KURSAAL"

    DAL 29 NOVEMBRE 2014

    In un cartellone che sottolinea l’importanza del teatro napoletano, nei classici e nelle novità, non può mancare il nome di Eduardo. Nel trentennale della scomparsa, rifacendosi agli atti unici che l’autore mise in scena al Teatro Kursaal, è nato questo “EDUARDO AL KURSAAL”, che ingloba i quattro atti unici più famosi, in un progetto di Luca De Filippo e Armando Pugliese, interpretato da Mariangela D'Abbraccio,Francesco Paolantoni, e Stefano Sarcinelli, con otto attori diretti dallo stesso Armando Pugliese, musiche di Paolo Coletta, scene e costumi di Andrea Taddei, disegno luci di Valerio Tiberi.

  • Stazione Vanvitelli

    Stazione Vanvitelli

    La stazione della centralissima Piazza Vanvitelli, al Vomero, rappresenta un punto nevralgico del sistema di trasporto su ferro napoletano: la vocazione commerciale del quartiere, l'elevata concentrazione ...

  • "A.A.A.CERCASI CENERENTOLA" al Teatro Augusteo

    "A.A.A.CERCASI CENERENTOLA" al Teatro Augusteo

    con Paolo Ruffini e Manuel Frattini

    25 aprile-4 maggio "A.A.A.CERCASI CENERENTOLA".Una favola rock che piacerà molto ai nostri spettatori è una novità, “AAA…CERCASI CENERENTOLA”, scritta da Saverio Marconi e Stefano D’Orazio, che hanno voluto ambientare la loro rivisitazione negli anni Cinquanta, andando a ripescare le sensazioni e le emozioni della loro infanzia rimaste vivide tra i ricordi di quegli anni che hanno profondamente cambiato il mondo

  • Stazione Dante

    Stazione Dante

    La stazione di piazza Dante ha aperto i battenti il 27 marzo 2002, con una cerimonia di inaugurazione presieduta dal presidente della Repubblica Ciampi.

  • ARTURO BRACHETTI in: BRACHETTI che sorpresa! al Teatro Augusteo

    ARTURO BRACHETTI in: BRACHETTI che sorpresa! al Teatro Augusteo

    14-23 marzo al Teatro Augusteo.Un amico di tutti, ARTURO BRACHETTI, torna all’Augusteo con un nuovo spettacolo. Aspettiamo da lui che la fantasia di cui pervade le sue esibizioni possa meravigliare anche stavolta i suoi fans. Il titolo e il tema dello spettacolo sono ancora da definire.

  • Stazione Museo

    Stazione Museo

    La stazione Museo rappresenta un importante nodo del sistema Metronapoli, sia per la posizione e gli intensi flussi turistici, sia per la presenza del nodo di interscambio ...

  • Biagio Izzo in "COME UN CENERENTOLO" con Peppe Barra al Teatro Augusteo

    Biagio Izzo in "COME UN CENERENTOLO" con Peppe Barra al Teatro Augusteo

    21 febbraio-2 marzo Biagio Izzo in "COME UN CENERENTOLO" con Peppe Barra.Il grande successo ottenuto negli scorsi anni d Biagio Izzo, che scrive e interpreta commedie attuali e divertentissime, ha spronato il Teatro Augusteo a inserire nel cartellone anche un altro suo spettacolo, “COME UN CENERENTOLO”, una rivisitazione in chiave moderna della favola di Cenerentola al maschile; quello che fece Jerry Lewis nel film del 1960 “Il Cenerentolo”

  • Stazione Rione Alto

    Stazione Rione Alto

    La seconda uscita della stazione Rione Alto è stata inaugurata nel dicembre 2002, ed è entrata a far parte del novero delle stazioni dell’arte per la presenza di numerose installazioni ...

  • Salome al Teatro San Carlo

    Salome al Teatro San Carlo

    Salome

    al Teatro di San Carlo da sabato 15 Novembre a mercoledì 26 Novembre.Opera chiave per comprendere la storia del teatro musicale e della cultura del Novecento, "Salome" consacrò Strauss tra i maggiori compositori tedeschi del suo tempo. Il melodramma, tratto dal poema di Oscar Wilde, registrò da subito un successo vertiginoso suscitato dalla curiosità per la scandalosa rielaborazione del soggetto biblico.

  • Stazione Quattro Giornate

    Stazione Quattro Giornate

    Nella ritrovata piazza Quattro Giornate, che fiancheggia lo stadio vomerese del Collana, la stazione rievoca, da un punto di vista artistico, i giorni che resero Napoli libera durante la Seconda Guerra Mondiale.

  • L'Elisir d'amore al Teatro San Carlo

    L'Elisir d'amore al Teatro San Carlo

    L' Elisir d'Amore

    al Teatro di San Carloda domenica 5 Ottobre a domenica 12 Ottobre. L'Elisir d'Amore di Donizetti chiude, ad ottobre 2014, la prima edizione di San Carlo Opera Festival. Il «melodramma giocoso» , noto al grande pubblico per la celeberrima romanza del protagonista Nemorino, " Una furtiva lacrima", è certamente uno dei classici del repertorio operistico così capace di trasformare con agile inventiva la risata in sorriso, sia pure talvolta velato di malinconia.

  • Stazione Salvator Rosa

    Stazione Salvator Rosa

     

    Capolavoro della metropolitana di Napoli, esempio di architettura moderna unico per la città. A cura dell'Atelier Mendini (pluripremiato per questa realizzazione), la stazione ha due uscite, aperte ...

  • Concerto della Memoria al Teatro San Carlo

    Concerto della Memoria al Teatro San Carlo

    Concerto della Memoria Teatro di San Carlo , lunedì 27 Gennaio. Nel segno della conoscenza e della consapevolezza. 27 gennaio 2014, “Giorno della Memoria”. Il Teatro di San Carlo dedica un concerto al ricordo delle vittime e dei testimoni della Shoa, “per non dimenticare” la più grande tragedia del Novecento.

  • La Pasqua a Napoli

    La Pasqua a Napoli

    PASQUA A NAPOLI

    La Pasqua, a Napoli, è la festa del nuovo. La tradizione vuole che in queste giornate, che qui da noi segnano l’inizio della bella stagione, tutto si rinnovi. 

  • Eugene Onegin al Teatro San Carlo

    Eugene Onegin al Teatro San Carlo

    "Eugene Onegine" al Teatro San Carlo dal 28 Febbraio al 9 Marzo 2014. Fu dopo aver letto in una notte il poema di Puškin che Čajkovskij decise di comporre delle “scene liriche” ispirate alla vita del giovane Eugenio Onegin. Michal Znaniecki, autore del pluripremiato allestimento proposto dal San Carlo, sceglie l'elemento dell'acqua per tradurre scenicamente l'evoluzione degli stati d'animo dei personaggi.

  • La ricetta della pizza napoletana

    La ricetta della pizza napoletana

    Per ogni litro di acqua ci vogliono 50 grammi di sale, 5 grammi di lievito e 1,8 kg di farina. La farina deve essere aggiunta lentamente, in non meno di dieci minuti, e l'impasto va lavorato per venti minuti ...

  • Il barbiere di Siviglia al Teatro San Carlo

    Il barbiere di Siviglia al Teatro San Carlo

    Dal 14 al 29 gennaio 2014 al Teatro di San CarloIl barbiere di siviglia composto da Rossini è una delle opere del XIX secolo più amate dal pubblico. Lo spettacolo ritorna in scena a Napoli con una produzione del Teatro San Carlo del 1998, che vede la regia di Filippo Crivelli ripresa da Mariano Bauduin.

  • Maccheroni ca Pummarola ncoppa

    Maccheroni ca Pummarola ncoppa

    Cuocere per 10 minuti i pelati frullati con una presa di sale. Lessare la pasta e condirla con metà del sugo, l'olio e l'origano, disporla a strati in una pirofila unta di olio, cospargendo uno strato con fettine di mozzarella e uno strato con fettine di provola ...

  • Piazza del Plebiscito

    Piazza del Plebiscito

    Antico “Largo di palazzo” (reale) sede delle cerimonie pubbliche e feste popolari prese il nome dal plebiscito per l’annessione al regno di Italia del 1861.

  • La sfogliatella

    La sfogliatella

    Posta la farina in una capace ciotola, incorporatele 100 g di burro, lo zucchero semolato, un pizzico di sale e la poca acqua sufficiente a ottenere un impasto sodo ed elastico che, datagli la forma di una palla, farete ...

  • Via Chiaia

    Via Chiaia

    Costituisce tradizionalmente la strada più elegante di Napoli in quanto unisce la zona della reggia alla spiaggia (Chiaja indicava infatti la spiaggia).

  • La pastiera

    La pastiera

    Fate scongelare la pasta frolla a temperatura ambiente.

    Versate in una casseruola il grano cotto, il latte, il burro e la scorza grattugiata di 1 limone; lasciate cuocere per 10 minuti mescolando ....

  • Il Palazzo Reale di Capodimonte

    Il Palazzo Reale di Capodimonte

    Il Palazzo Reale risalta tra il verde cupo del grande parco che lo circonda. Venne iniziato nel 1738 per volere del re Carlo di Borbone ma ...

  • Il casatiello

    Il casatiello

    La ricetta del casatiello, è uguale a quella del tortano, solo che le uova invece di essere sode e messe all'interno a pezzettini, vengono messe sopra crude e fermate da striscioline di pasta messe a croce sull'uovo.

  • Mergellina

    Mergellina

    E uno dei luoghi simbolo di Napoli, cantata per la sua bellezza fin dall’antichità da PlinioSenecaSvetonioTacitoSilio ItalicoStazio e dallo stesso Virgilio, che secondo la leggenda vi compose "le Georgiche".

  • Impepata di cozze

    Impepata di cozze

    A ‘mpepata e cozze, come viene chiamata a Napoli l'impepata di cozze, è uno dei piatti della cucina italiana più semplici da preparare ma allo stesso tempo uno dei più gustosi e graditi, grazie anche alla sua versatilità: può essere, infatti, servito sia come antipasto che come secondo di pesce.

  • Santa Lucia al mare

    Santa Lucia al mare

    La chiesa di S. Lucia a Mare  risale al medioevo; secondo una leggenda sarebbe stata eretta da una nipote dell'imperatore Costantino.

  • Polipo alla Luciana

    Polipo alla Luciana

    Un antico detto napoletano dice che "O purpo se coce dint’alla’acqua soja", questo perché quando cuoce, tira fuori una quantità notevole di liquido. 

  • La Villa comunale

    La Villa comunale

    E’ un magnifico, vasto giardino pubblico, piantato a lecci, pini, palme, araucarie e eucalipti, a lato della Riviera di Chiaia, e che si estende fra Piazza Vittoria e Piazza della Repubblica.

  • Il brodo di polipo

    Il brodo di polipo

    Si inizia con il pulire il polpo, eliminando la parte interna le visceri e gli occhi. Mettere in una pentola di coccio acqua, sale e pepe e si aspetta l'ebollizione.

  • Teatro San Carlo

    Teatro San Carlo

    E’ uno dei più importanti e vasti teatri lirici del mondo. Prese il nome da re Carlo III dal quale fu fatto edificare nella prima meta del ‘700.

  • Il ragù napoletano

    Il ragù napoletano

    Far stendere la carne dal macellaio a mo' di grossa bistecca, che verrà farcita con pinoli, uvetta, noce moscata, salame piccante tritato grossolanamente, e legata con uno spago. 

  • Il teatro Mercadante

    Il teatro Mercadante

    ll Teatro Mercadante nacque con il nome di Teatro del Fondo, dal nome della società che costruì la struttura nel 1778, con i proventi confiscati dal disciolto Ordine dei Gesuiti. 

  • Il babà

    Il babà

    Mettere nella ciotola girevole dellimpastatrice la farina, lo zucchero, il burro a pezzettini, il sale e il lievito sbriciolato. Avviare le fruste e miscelare il tutto. 

  • Il teatro Bellini

    Il teatro Bellini

    Si trova nei pressi del Museo Nazionale, del Conservatorio di San Pietro a Majella e dall'Accademia di Belle Arti.

Scroll to top